Un rullino in bianco e nero e 12 scatti

Si è conclusa la settimana di campus al circolo Arci Tiremm Innanz. Sono stati giorni dedicati al cambiamento: “Le cose cambiano. Come? Quando? Perché?”. Insieme alla fisica, alla storia, ai giochi, alle passeggiate sulla Martesana e al tempo libero, non poteva mancare la fotografia. Ho proposto al gruppetto di 9 bambini e ragazzi di tuffarsi nel passato e provare a fotografare con la mia vecchia Zenza Bronica. Avevamo a disposizione un rullino in b/n con solo 12 scatti, un esposimetro, un treppiede e tanto tanto entusiasmo.

 
Abbiamo poi aspettato qualche giorno per vedere il risultato, e quando è arrivato il provino… che sorpresa! Che emozione! Ne è nato un piccolo leporello intitolato “In un pozzo di luce”.

 

 

 



Agosto in Bovisa

Ad agosto ero a Milano con le mie figlie, ho pensato di sfruttare questi giorni per organizzare un percorso fotografico “casalingo” alla scoperta della Bovisa coinvolgendo anche un’altra bimba, Beatrice. Le fotografe sono Eva e Bea ma Anita non poteva mancare, è stata una brava assistente, anche se a volte un po’ molesta…

Fotografare le persone

Dopo una settimana dedicata alla scoperta del territorio intorno alla sede di Tiremm Innanz, la seconda settimana di centro estivo l’attenzione si è spostata alle persone. La prima fonte di ispirazione è giunta da Vivian Maier, la tata fotografa che ha testimoniato la straordinarietà del quotidiano. I bambini  si sono tuffati nel suo “pozzetto” fotografando sconosciuti e fotografandosi per strada.

 
 
 
 

Dopo avere ragionato sul ritratto, l’autoritratto e il selfie ho fatto vedere vecchie fotografie della mia famiglia in bianco e nero e ho invitato i partecipanti a realizzare due fondali per scattare il “loro” ritratto.

Tra salici, specchi d’acqua e pentagrammi ecco alcuni dei bellissimi ritratti scattati dai bambini e dai ragazzi.

Alla scoperta della Martesana tra Gorla, Turro e Via Padova

A giugno ho proposto al centro estivo del Circolo Arci Tiremm Innanz un percorso di fotografia di due settimane. La prima settimana con un gruppetto di 10 bambini e ragazzi dai 7 ai 12 anni e la collaborazione di Maria e Fabio ci siamo dedicati alla scoperta della Martesana tra Gorla, Turro e Via Padova.


Soffermarsi sulle piccole cose, ma anche sul paesaggio, esercitarsi a guardare come il tutto sia un insieme di elementi tra cui è possibile decidere la nostra inquadratura. E poi ancora provare più punti di vista e come dice Luigi Ghirri “…sapere  che cosa voglio rappresentare e che cosa voglio comunicare con la mia immagine. La fotografia è sempre un escludere il resto del mondo per farne vedere un pezzettino”.

Fotografie di Alida

Fotografie di Margherita

Fotografie di Maria

Fotografie di Filippo

Fotografie di Lara

Fotografie di Matteo

Fotografie di Sara

Fotografie di Stefano

Fotografie di Martina

Fotografie di Nina (piccola)

Trovo queste parole di Joel Meyerowitz perfette per concludere questo post. Parlando di una fotografia di William Eggleston scrive: “Il modo in cui Eggleston si è fermato a fotografare un sorprendente momento di bellezza ci ricorda che dovremmo osservare il mondo con attenzione e tenere sempre a mente che anche gli oggetti più comuni e i pomeriggi più noiosi racchiudono meraviglie e misteri inaspettati.”

Ceste Sospese in Dergano e Bovisa

“chi può metta, chi non può prenda”

Grazie a un gruppo di donne di Dergano e Bovisa, ispirate dal Panaro Solidale di Napoli, abbiamo realizzato un’azione piccola, corale, sentita e concreta per dare una mano a chi è in difficoltà e magari non sa a chi rivolgersi. Un’offerta di aiuto che garantisce l’anonimato a chi ha bisogno in queste settimane a causa del blocco totale dovuto all’emergenza sanitaria.
La rete delle Ceste Sospese è sostenuta da Mamusca, Nuovo Armenia, Rob de Matt, La Scighera e CondiVivere Onlus.
Nelle ceste sospese si possono trovare e donare confezioni di prodotti alimentari e per l’igiene personale
Le Ceste inizialmente erano 16 ma velocemente si sono raddoppiate e diffuse in altri quartieri.
Ecco alcune mie fotografie.

  


Square Magazine

Sono molto contenta che il mio lavoro “Ladins Dles Dolomites” sia stato pubblicato sul n. 1004 di Square Magazine.
Ringrazio moltissimo Christophe Dillinger per l’opportunità, buona visione!

Corso di Fotografia per ragazzi (10-14 anni)

Sabato 8 febbraio partirà presso il Circolo Arci Tiremm Innanz, tra Turro e Cimiano, il mio corso di fotografia dedicato ai ragazzi dai 10 ai 14 anni. Si imparerà a utilizzare la macchina fotografica,
a guardare il mondo che ci circonda – quello di tutti i giorni che abbiamo smesso di notare – e a raccontarlo. Sarà un bellissimo viaggio!

Corso di Fotografia a Tiremm Innanz

Il 30 settembre parte il mio corso “Fotografia come racconto” all’Associazione Tiremm Innanz, tra Turro e Cimiano, vicino alla Martesana. Questa volta gli incontri saranno il lunedì, le uscite pratiche di gruppo sempre il sabato mattina. Vi aspetto!